NEWS/EVENTI
P.T.M. s.r.l. s.u.
Via M. Tognato, 10 - 35042 Este (PD) - Italy
Tel: +39 0429 600973 - Fax: +39 0429 600874
P. IVA: 00173960287
CONTATTI
Facebook YouTube
09/06/2014

ATEX : classificazione degli apparecchi

CLASSIFICAZIONE PER ZONE

Come già visto, la aree in cui si trattano gas o polveri esplosive sono divise in zone. Secondo il tipo di zona presente si possono utilizzare apparecchi con diversa classificazione, secondo la tabella sotto riportata.

Gli apparecchi impiegati in presenza di miscele ibride devono risultare idonei all’uso e testati di conseguenza. Un apparecchio della categoria II 2 G/D, ad esempio, non è necessariamente adatto all’impiego in miscele ibride e non è quindi ammissibile.

Ci possono essere apparecchiature con doppia o più classificazione: ad esempio una sonda che penetra in un silo (zona 20 interna) da una zona 22 avrà una classificazione minima II 1/3 D. Non servirà, infatti, che la parte esterna al silo abbia la severa classificazione 1 D, ma questa servirà per la parte che lo penetra.

Mentre la certificazione di una classificazione 3 sarà sempre un’auto certificazione e quella di una classificazione 1 dovrà essere sempre eseguita da un ente notificato, per la classificazione 2 questo dipende dal tipo di apparecchiatura. Quella elettrica, infatti, abbisogna di un ente notificato, cosa che non occorre con le altre apparecchiature in cui è sufficiente un’autocertificazione con deposito del fascicolo tecnico presso ente notificato.